SHAMPOO E BALSAMO 2 IN 1…PREPARIAMOLO IN POCHI MINUTI!

Oggi vi voglio parlare di un metodo delicato per lavarsi i capelli evitando di usare sia shampoo sia balsamo.
Essendo un metodo delicato è ottimo per chi lava spesso i capelli. Li rende subito morbidi, facili da pettinare, bellissimi e puliti per molti giorni. Vi accorgerete che nessun altro prodotto li ha mai resi così belli prima! Questo metodo si chiama COWASH, è molto conosciuto ed io lo adoro!
Si prepara in pochi secondi… Cominciamo! 🙂

INGREDIENTI:
PER CHI HA I CAPELLI PIU’ LUNGHI DELLE SPALLE:
MEZZO BICCHIERE DI BALSAMO
2 CUCCHIAI DI ZUCCHERO DI CANNA
2 CUCCHIAI DI ZUCCHERO BIANCO RAFFINATO
1 CUCCHIAIO DI MIELE

PER CHI HA I CAPELLI LUNGHI AL MASSIMO FINO ALLE SPALLE:
1/3 (UN TERZO) DI BICCHIERE CON BALSAMO (O COMUNQUE MENO DI META’ BICCHIERE)
1 CUCCHIAIO DI ZUCCHERO DI CANNA
1 CUCCHIAI DI ZUCCHERO BIANCO RAFFINATO
MEZZO CUCCHIAIO DI MIELE

Importante: usate un balsamo senza siliconi perché i siliconi si legano al sebo dei capelli e trattengono lo sporco, non vanno ad eliminarlo.
Avendo i capelli parecchio lunghi utilizzo un barattolo da 300ml di balsamo per fare 3 lavaggi.
Il balsamo che utilizzo spesso io è quello della SPLEND’OR al cocco, molto economico.
Costa meno di 1 euro 🙂

Procedimento: Versate tutti gli ingredienti in un bicchiere: prima di tutti il balsamo, poi lo zucchero di canna, quello bianco e infine il miele; mescolate per far amalgamare bene gli ingredienti. E’ pronto!
Preparatelo poco prima di utilizzarlo, altrimenti lo zucchero si scioglie e non riesce ad eliminare con il suo effetto scrub le cellule morte e lo sporco dai nostri capelli.

Come si usa: Si bagnano bene i capelli (non devono essere umidi, devono essere proprio bagnati abbondantemente), versate il tutto poco alla volta sulla testa e massaggiate il cuoio capelluto per 3-4 minuti, finché non sentite che lo zucchero si è sciolto.
Sciacquate bene il tutto per evitare che qualche granello di zucchero rimanga tra i vostri capelli e asciugate.

E voi, avete già provato questo trattamento?
Spero che questo articolo vi sia stato d’aiuto. Fatemelo sapere con un commento e, se vi va, condivitelo sui vostri blog, facebook, twitter e google+!

___

Seguitemi anche su: Instagram (@martinarodini); Facebook
Seguite le mie giornate in diretta su INSTAGRAM! 🙂

Se non volete perdervi i prossimi articoli iscrivetevi alla newsletter qui a destra!
Facebook Comments

You might also like More from author

2 Comments

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.