OLEOLITO DI CALENDULA: Come fare a casa questo olio miracoloso per la pelle!

L’olio di calendula ha proprietà cicatrizzanti, antinfiammatorie, antibatteriche, antimicotiche e allevia il prurito e i rossori, anche quelli da pannolino ed è efficace in caso di psoriasi e dermatiti, pelle secca, arrossata, infiammata, sensibile, scottature (anche quelle solari).

Potete acquistarlo in erboristeria oppure prepararlo in casa, come mi avete chiesto in molte di mostrarvi. Prepararlo a casa è semplicissimo ed è economico. Vi mostro subito come fare:

  • 100gr di fiori secchi di calendula (si possono acquistare in erboristeria o sui siti di materie prime cosmetiche).
  • 500ml olio d’oliva, riso, girasole.

Preparazione:

In un barattolo di vetro grande a chiusura ermetica (es. quello dei sottaceti o dellemarmellate) inserite i fiori secchi e copriteli con tutto l’olio. L’ideale sarebbe arrivare al bordo del contenitore con l’olio. Schiacciate bene i fiori di calendula verso il fondo del barattolo.
Chiudete il barattolo e mettetelo a riposare per circa 20 giorni o 1 mese dentro ad un mobile di casa, magari in cucina, agitandolo una volta al giorno. Assicuratevi che i fiori di calendula rimangano sempre coperti dall’olio.

Trascorso questo tempo…

Filtrate il liquido con l’aiuto di un colino, versandolo direttamente nel flacone finale, meglio di vetro scuro per prevenire l’ossidazione del prodotto, il quale si conserverà tranquillamente fino a 8 mesi.

 

Potete acquistare i fiori di calendula anche su Amazon.it:

Perché preparare un olio in casa?

Per poter sfruttare al massimo le proprietà benefiche delle piante che, per la maggior parte hanno principi attivi liposolubili, quindi estraibili con l’olio. Infatti vengono fatte macerare una o più piante (secche o fresche. Fresche nel caso di Iperico, Melissa e Arnica) per un certo periodo di tempo in un olio e tramite questa macerazione la pianta rilascia le sue proprietà nell’olio.

In questo video tutorial vi mostro come preparare a casa in pochi minuti una crema alla calendula per la pelle, ottima in ogni stagione:

Gli oli vegetali migliori per fare un olio/oleolito come quello di calendula:

Olio extravergine di oliva: ottimo per realizzare oleoliti grazie all’elevata quantità di tocoferoli presenti che sono antiossidanti e garantiscono al nostro prodotto una buona conservazione. E’ un olio ottimo sulla pelle, contro l’invecchiamento. Unico difetto: l’odore piuttosto forte.

Olio di Mandorle dolci: è un olio leggero ma nutriente, ha proprietà emollienti ed è un buon olio per fare gli oleoliti, ma spesso non molto economico. Io non lo utilizzo però perchè irrancidisce facilmente e quando lo fa emana un forte odore acre, però se si ha intenzione di utilizzare l’oleolito entro qualche mese va bene.

Olio di Girasole: ricco di Vitamina E ed è più resistente all’ossidazione rispetto all’olio di mandorle e meno maleodorante quando irrancidisce. E’ economico e leggero.

Olio di Riso (olio di crusca di riso): ha una maggiore resistenza grazie all’elevata quantità di gamma orizanolo e tocoferolo (che rallentano l’invecchiamento della pelle) naturalmente presenti nel riso. E’ molto consigliato ed è economico.

Come usare l’olio di calendula?

L’olio di calendula può essere usato puro direttamente sulle zone da trattare oppure come ingrediente nelle vostre creme o nei prodotti fatti in casa 🙂

E voi come usate l’olio di calendula? Fatemelo sapere con un commento (possono lasciarlo tutti) e se vi va, condividete queste informazioni con le vostre amiche e i vostri amici su facebook, twitter e google+ 🙂
A presto, un abbraccio!

________

Seguitemi anche su: Instagram (@martinarodini); Facebook
Seguite le mie giornate in diretta su INSTAGRAM! 🙂

Se non volete perdervi i prossimi articoli iscrivetevi alla Newsletter qui a destra 🙂
Facebook Comments

You might also like More from author

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.